Come disinfettare un cellulare Samsung? Informazioni utili

La pulizia del proprio smartphone è un’operazione troppo spesso sottovalutata dagli utenti e che necessita della dovuta attenzione. Si pensi alle più disparate situazioni del quotidiano e a quante cose si toccano tra un utilizzo e l’altro del nostro caro smartphone. I cellulari sono un potenziale ricettacolo di batteri e virus; sottovalutare la pulizia è un errore non da poco. In questo articolo vedremo come pulire e disinfettare correttamente il proprio cellulare Samsung nel dettaglio; verranno spiegati punto per punto tutte le azioni da eseguire per effettuare una corretta pulizia.

Perché disinfettare il proprio cellulare?

Le motivazioni sono moltissime e tutte legate dal comune denominatore dell’igiene. Basti pensare all’utente febbricitante che tossisce e non riesce a riparare tutte le particelle derivanti da tale azione involontaria. Pur non essendo questa un’immagine gradevole, essa è bastevole per rendere l’idea di cosa possa depositarsi sulla scocca e sullo schermo del proprio smartphone qualora non lo si pulisca.

Il cellulare è uno degli oggetti che di più si utilizzano nel quotidiano; prendendolo in mano, appoggiandolo al viso si può facilmente venire a contatto con tutta una serie di batteri e virus che possono minacciare persino la nostra salute. 

Come disinfettare un cellulare Samsung?

Ecco, in alcuni semplici passi come disinfettare a dovere il proprio smartphone Samsung. Prima di procedere, spegni il dispositivo e rimuovi ogni qualsiasi custodia, pellicola ed eventuali cavi collegati.

  • Per procedere con la pulizia, prendere un panno in microfibra. Questa è una condizione fondamentale per procedere con delicatezza sulle parti sensibili del telefono come lo schermo o la back cover. Un riferimento possono essere i panni per pulire l’obiettivo delle fotocamere o quelli per detergere le lenti degli occhiali.
  • Non applicare liquidi direttamente sul telefono. Questo è importantissimo affinché il dispositivo non entri a diretto contatto con elementi che possano corrodere la componentistica hardware interna.
  • Inumidire il panno con acqua distillata o sostanze apposite a base alcolica. E’ importante bagnare un solo angolo del panno e lasciare che questo s’impregni a dovere: un eccesso di prodotto può creare un’eccessiva umidità all’interno della componentistica del telefono.
  • Pulire il proprio smartphone senza applicare una particolare pressione sullo schermo. Qualora lo schermo venga eccessivamente premuto durante la fase di pulizia si rischia il danneggiamento del pannello display.
  • Non utilizzare aria compressa, o qualsiasi cosa che entri a diretto contatto con il telefono, onde evitare problematiche durante il funzionamento. 

Alcune avvertenze

La casa coreana precisa che le istruzioni sin qui elencate sono valide esclusivamente per quei prodotti che hanno superfici in vetro, ceramica o metallo. Tali indicazioni non sono indicati per le parti plastiche e morbide, ossia, quelle realizzate in gomma, pelle o plastica. Questi accorgimenti sono validi – oltre che per gli smartphone Samsung Galaxy – anche per i dispositivi tablet e smartwatch (cinturini esclusi).

Le indicazioni puntualmente sopracitate non sono da applicare per tutta la linea di prodotti Samsung; sono quindi escluse le Galaxy Buds (ossia le cuffie true wireless della casa coreana), tastiere esterne ed integrate ai laptop Galaxy, cinturini in plastica e qualsiasi altro prodotto Samsung non esplicitamente citato dalla casa madre.  

Attenzione al trattamento del display

Spesso, gli smartphone Samsung Galaxy sono trattati sulla superficie dello schermo e della scocca con trattamenti oleofobici. Per oleofobico s’intende una tecnologia in grado di allontanare il pericolo di eventuali ditate di troppo sullo schermo e sul corpo del telefono. Utilizzare dei detergenti corrosivi a diretto contatto con schermo o scocca, possono rimuovere del tutto questo trattamento, rendendo lo smartphone decisamente più vulnerabile anche ai graffi. Il consiglio è quello di attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dalla casa madre e – più specificamente – a quella prescrizione che precisa l’utilizzo di un panno in microfibra che assicuri un tocco delicato ma al contempo efficace.

Classe ’96, laureato in Scienze Politiche e Sociali, nutro una forte passione per il mondo della telefonia e tutte le novità legate al mondo dell’elettronica. Ho una grande passione per la musica, il mondo dell’automobilismo, e la scrittura; suono la chitarra, compongo e m’interesso di tutto ciò che desta la mia curiosità!

Back to top
Migliori cellulari Samsung